La Spirale della gratitudine

Libera associazione al Movimento culturale di aggregazione di persone e contenuti voluto da Matteo Basei. Il "Circolo dell'innovazione" è un acceleratore relazionale che si occupa principalmente di Amplificare la spirale dell'innovazione, da Torino al Mondo.

Amplificare, come si fa con la musica, l'innovazione.

A Torino, oltre alla tradizione della Scuola Politecnica abbiamo un eccellenza unica al mondo, con un bellissimo museo all'interno; il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. Riteniamo così importante il valore sociale della musica, e ispirandoci a Leonardo Da Vinci, che era anche musicista e compositore vi consiglio di guardate il video del Direttore Marzo Zuccarini.

Oltre a lui, l'Avv. Mario Aprà, nostro Presidente D'Onore e garante del nostro contro manifesto, in un video in cui ci parla dell'innovazione; analogo ma con taglio diverso, il contributo di Bernhard Scholz:

<< L'innovazione è un non luogo, tra ciò che non c'è più, e ciò che non c'è ancora >> Mario Aprà

Il Presidente di cdo, ha intervistato Sergio Marchionne  e John Elkann.

Copiamo il principio dell'impollinazione incrociata da Steve Jobs. L'innovazione è frutto di una comune azione (comunicazione). La musica da sempre è linguaggio universale, innovazione sociale, Musica è disciplina, creatività, armonia. 

semplificazione del complesso...

Interviste a cura di Bernhard Scholz:

2010

2011

2014

<< ci dobbiamo innamorare, perchè noi della

del "Circolo dell'innovazione" vogliamo vivere #UPPERLEVEL" >> Matteo Basei

mi innamorai di questa storia fantastica 

ed ho scritto due righe per celebrare con

rispetto ed ironia la "Storiella di Ser. John"

CIRCOLO DELL'INNOVAZIONE

Palazzo Coardi di Carpeneto - Via Maria Vittoria 26, 10100 Torino

LOGO CIRCOLO.png

Generation

i Pirati della BAJA

Officina delle idee

Think-TankYou

GlinnovatorI

 

Conservatorio di Torino

international University College of Turin

CIRCOLO CO-FOUNDER

Matteo J. Basei

Bank of Gratitude

Bilancio Sociale

WE SUGGEST

INNOVARE E' VOLGERSI AL FUTURO, E' EVOLUZIONE. IL PIU' E' ANCORA DA FARE, PER QUESTO IL FUTURO E' MERAVIGLIOSO